Associazione Culturale Monti & Mousiké

Storia e organigramma

Organigramma:

Emilia Fadini

Direttrice artistica

Maddalena Defendi

Presidente

Margary Frassi

Vice Presidente

Teresa Omoretti

Segretaria

L’Associazione Culturale Monti & Mousiké

L’associazione culturale M&M ha come obiettivi la valorizzazione e la diffusione della pratica, dell’ascolto e della conoscenza della Musica Antica, cioè del repertorio che va dal secolo XVI ai primi decenni del XIX, specie in quei territori d’Italia dove ciò non avviene in modo adeguato, e la formazione musicale infantile, condotta attraverso il canto, l’esecuzione strumentale, il gioco e l’improvvisazione, volti a familiarizzare anche i giovanissimi con i principi fondanti dell’esecuzione della Musica Antica. A questo si aggiunge il proposito di affiancare ai corsi musicali danza e poesia, come indicato dal termine greco “Mousiké“. La didattica è uno dei mezzi con cui M&M ha scelto di perseguire questi obiettivi.

I corsi di M&M sono nati nel 2005 a Parzanica, un piccolo paese di montagna dotato di clima bonario e gradevole panorama, intorno alla autorevole figura di musicista e didatta di Emilia Fadini, venendo incontro all’esigenza di alcuni studenti che intendevano proseguire i propri studi sotto la sua guida anche durante la pausa estiva. In breve tempo, l’offerta didattica dei corsi estivi di M&M si è arricchita di altri insegnamenti, come il canto, gli strumenti ad arco e a fiato, affermandosi negli anni successivi come un sicuro punto di riferimento per gli studenti di Musica Antica.

Rispetto ad altri corsi italiani e non, rivolti alla specializzazione strumentale degli esecutori, la peculiarità più rilevante dei corsi organizzati da M&M, indicati dal 2017 con il titolo “L’Antica Prattica”, consiste nel fatto di essere rivolti oltre che ai musicisti specializzati nell’uso degli strumenti antichi anche a coloro che intendono conoscere i principi esecutivi storici per applicarli agli strumenti moderni. Tale indirizzo didattico nasce dalle convinzione che questo tipo di conoscenza debba diventare nel XXI secolo patrimonio culturale di qualsiasi musicista interessato, indipendentemente dallo strumento che pratica usualmente. Pur riconoscendo il fatto abbastanza ovvio che i criteri interpretativi del passato sono in massima parte connessi alle peculiarità costruttive dei singoli strumenti, gli insegnanti dei corsi di M&M concordano sul fatto che il loro adattamento agli strumenti moderni sia da considerarsi non solo possibile, ma anche auspicabile per varie ragioni, non ultima quella che le opere musicali del passato, per loro natura vive solo grazie all’atto esecutivo, possano trovare anche per questa via il modo di rigenerarsi, arricchirsi e vivere insospettati contenuti.

L’associazione Monti & Mousiké ha anche collaborato con l’Accademia Tadini di Lovere, proponendo masterclass e laboratori sulla musica antica.