Associazione Culturale Monti & Mousiké

CORSI ESTIVI DI MUSICA 2018

 L’Antica Prattica su strumenti moderni

Corsi e laboratori d’interpretazione della musica antica dal Settecento al primi decenni dell’Ottocento

IV Edizione

20 agosto – 27 agosto 2018

Lovere (BG) – Accademia Tadini

Emilia Fadini

Emilia Fadini

Direttrice artistica

Emilia Fadini svolge attività concertistica al clavicembalo e al pianoforte storico unitamente alla ricerca musicologica.

Ha pubblicato diversi saggi e articoli riguardanti l’interpretazione della musica antica, da quella rinascimentale a quella del primo Ottocento.

Per la Casa Ricordi ha pubblicato le composizioni per clavicembalo di Alessandro Poglietti e cura la nuova revisione critica delle Sonate di Domenico Scarlatti, di cui nove volumi già pubblicati. E’ autrice, in collaborazione con Alda Bellasich, di due saggi: uno sulla storia della notazione per gli strumenti a tastiera fra il XIV e il XVIII secolo, l’altro sulle diteggiature antiche, (“Il clavicembalo” EDT, Torino, seconda ediz. 2005). Recentemente, in collaborazione con Maria Antonietta Cancellaro, ha pubblicato “L’ accentuazione in musica. Metrica classica e norme sette-ottocentesche“, Rugginenti, Milano, 2009.

La casa discografica Stradivarius le ha affidato la direzione dell’integrale delle Sonate di Domenico Scarlatti che prevede la collaborazione di diversi clavicembalisti italiani. Suoi sono i volumi I, V e XI della raccolta.

Docente di clavicembalo al Conservatorio “G. Verdi” di Milano fino al 1991, insegna attualmente clavicembalo, clavicordo e pianoforte storico presso la Scuola Musicale di Milano.

Dal 2005 è Direttrice Artistica dell’Associazione Culturale Monti & Mousiké.

Il progetto “L’Antica Prattica”, nato nel 2005 a Parzanica (BG) e in seguito trasferitosi presso l’oratorio Don Bosco di Tavernola (BG), rivolto ad esecutori sia di strumento antico sia di strumento moderno, è fondato sulla convinzione che l’esecuzione del repertorio del periodo tra il XVI secolo ed i primi decenni del XIX richieda innanzitutto la conoscenza di criteri interpretativi storici e specifici.

Dal 2015 al corso per esecutori di strumenti antichi è stato affincato un corso rivolto esclusivamente ai pianisti, allargatosi dal 2016 ad esecutori di qualsiasi altro strumento moderno compresi il canto e le formazioni cameristiche. In questa stessa veste l’attuale edizione viene ospitata nella prestigiosa sede dell’Accademia Tadini di Lovere.

Corso di pianoforte (Emilia Fadini – Mariagrazia Lioy)

“Interpretazione del repertorio settecentesco fino ai primi decenni dell’ottocento”

Corso di improvvisazione* (Guido Andreolli)

“L’arte dell’improvvisazione dal ‘700 fino ai primi decenni dell’800: fantasie, preludi e cadenze”

* è prevista la possibilità di effettuare con il docente anche lezioni di tastiere storiche.

Saranno disponibili: un Clavicembalo a due manuali (Olivier Fadini), un Clavicembalo a un manuale (Carlo Mascheroni), due Clavicordi e un Fortepiano.

Sia il corso di Pianoforte sia quello di Improvvisazione sono aperti anche ad esecutori di altri strumenti, cantanti e formazioni cameristiche desiderosi di approfondire con i docenti la prassi esecutiva del repertorio settecentesco fino ai primi decenni dell’Ottocento e l’improvvisazione 

Accademia Tadini di Lovere

“Venendo dalla valle Cavallina, appena si vede il lago d’Iseo, che si presenta allo sguardo Lovere e particolarmente lo Stabilimento dedicato alle belle arti, il quale si ritrova al cominciar del paese.
È questo un vasto fabbricato lungo 142 braccia milanesi. …
Nell’ingresso si trova tosto la gran scala, … che porta al piano nobile dello Stabilimento. …
Salita la scala si entra nella gran sala destinata ad Accademie e ad altre pubbliche feste.
In questa sala incomincia la galleria dei quadri. …”
(Dalla Descrizione del conte Luigi Tadini,1828)