carri

trasmissioni

kit di montaggio

contatti

 

NEWS

L’Associazione “Monti e Mousiké”, in collaborazione con l’ Amministrazione comunale di Tavernola Bergamasca,  propone per quest’anno le seguenti due tipologie di corsi:

 

1-

 



Corsi e laboratori di interpretazione della musica antica dal Rinascimento al Classicismo


"L'Antica Pratica" è un progetto rivolto ad esecutori sia di strumento antico sia di strumento moderno, fondato sulla convinzione che l'esecuzione del repertorio del periodo tra il XVI secolo ed i primi decenni del XIX richieda innanzitutto la conoscenza di criteri estetici ed interpretativi specifici. I docenti de "L'Antica Pratica" hanno quindi deciso di offrire, oltre al consolidato percorso di specializzazione sugli strumenti antichi, di cui sono riconosciuti specialisti, anche quello di formazione stilistica ed interpretativa per esecutori di strumento moderno, condotto attraverso l'approfondimento della trattatistica storica rilevante e grazie al costante confronto con gli strumenti antichi. Ai diversi corsi potranno iscriversi sia singoli esecutori sia gruppi già costituiti, specificando il docente (o i docenti) con cui si intende studiare ed il repertorio preparato.

 

 

L' Associazione Culturale "Monti & Mousiké" si è costituita al sesto anno di attività didattica promossa dalla nota clavicembalista Emilia Fadini, con sede a Parzanica in Provincia di Bergamo (m. 800 sul lago d'Iseo). Scopo principale dell'Associazione è quello di accrescere l'interesse per la musica dei secoli XVI, XVII e XVIII, promuovendo, oltre ai corsi estivi, l'attività concertistica e la ricerca musicologica.
A questo si aggiunge il proposito di affiancare ai corsi musicali danza e poesia, come indicato dal termine greco "Mousiké". L'associazione Monti & Mousiké collabora con l'Accademia Tadini di Lovere, proponendo masterclass e laboratori sulla musica antica.

2- Corso rivolto a pianisti - anche giovanissimi - 
o a formazioni con pianoforte già costituite

Tavernola Bergamasca 2 / 8 agosto 2016

 

Docente : Emilia  Fadini
Assistente: Mariagrazia  Lioy

“Interpretazione del repertorio settecentesco fino ai primi decenni dell'ottocento”

CRITERI   DI  “LETTURA”

Il repertorio tra il Settecento e i primi decenni dell'Ottocento richiede all'interprete un lavoro sul testo musicale che va molto al di là della semplice lettura della notazione, sollecitando da parte sua una risposta a domande quali:
"Come decifrare e realizzare sensatamente quei segni, minimi e scarsi, che gli autori del passato appongono alle note, quali piccole legature, accenti, indicazioni come "f" o "p" e i vari segni di ornamentazione?
Come definire con esattezza gli stacchi di tempo? Come cogliere il contenuto espressivo dominante in un brano? Quali i tratti della scrittura che aiutano a riconoscerlo?"
Interrogativi originati dall'impossibilità pratica di tradurre in segni grafici tutte le sottigliezze e le sfumature della pronuncia espressiva del discorso musicale.
Soltanto la conoscenza dei criteri stilistici ed esecutivi codificati dalla trattatistica storica può essere d'aiuto ed ispirazione all'interprete che affronta questo repertorio. Il confronto con lo strumento antico, inoltre, suggerirà al pianista le modalità tecniche da adottare sullo strumento moderno per la corretta applicazione dei criteri esecutivi storici.
Il pianoforte storico (fortepiano) e il clavicordo saranno disponibili per esemplificazioni ed esercitazioni.
Sono previsti incontri teorici in cui affrontare argomenti specifici a richiesta degli interessati.


Tassa d'iscrizione : 15
Costi: allievi effettivi: 150
Formazioni: 200
Uditori: 50

per maggiori informazioni

C O R S I - 2 0 1 6

V I D E O

XI corso di musica
"l'Antica Pratica"

Locandina

il depliant

 

 

Monti & Mousiké

Webdesign by iClaud

Marketing ROI